cup

Gruppo Fratelli d’Italia Regione Lazio, su vertenza lavoratori CUP nessun segnale dalla Giunta Zingaretti.

”Sulla vertenza dei lavoratori del CupLazio, nessun segnale positivo da parte della Giunta Zingaretti e dalla sua maggioranza. Come Fdi continueremo a portare avanti tutte le iniziative che possano servire alla conservazione dei diritti acquisiti dai dipendenti del Cup Lazio, frutto di anni di onesto e professionale lavoro. Si tratta di circa duemila lavoratori, tra i quali molti provenienti dalle liste speciali di collocamento, in netta maggioranza donne”.

”Sono dipendenti qualificati ed esperti -proseguono- impiegati in un servizio fondamentale per la cittadinanza, con dei livelli di competenza tali da qualificarli anche come formatori del personale delle Asl. Risorse umane preziose che il nuovo appalto costringe ad accettare condizioni contrattuali assolutamente mortificanti. Pertanto abbiamo presentato oggi una mozione per chiedere al Consiglio di impegnare il Presidente e la Giunta ad assumere le opportune iniziative volte a salvaguardare i livelli occupazionali, nonché le condizioni contrattuali del personale del Cup Lazio”.

‘Vogliamo che sia accertata la sussistenza delle criticità segnalate in ordine alla natura della procedura di gara e che sia verificata l’opportunità di annullare il provvedimento di aggiudicazione della gara in autotutela e, conseguentemente, di formulare indirizzi in ordine ai criteri di una nuova procedura idonea a salvaguardare il personale attualmente impiegato nella gestione dei suddetti servizi.

Riteniamo opportuno considerare la possibilità di avviare una procedura di selezione pubblica finalizzata alla internalizzazione del personale all’interno del servizio sanitario regionale. Continueremo ad incalzare la maggioranza proponendo ogni mese un Consiglio Straordinario sul tema, finchè non sia trovata una soluzione che non mortifichi i lavoratori”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *