Sanità, Fondazione Santa Lucia, chiediamo alla Regione Lazio di rivedere decreto “taglia posti”.

“Fdi denuncia la miope politica della Giunta Zingaretti che vuole depotenziare, con un atto unilaterale la Fondazione Santa Lucia di Roma, riducendo del 50% i ricoveri per neuroriabilitazione in una struttura sanitaria d’eccellenza, l’unica monospecialistica di alta specializzazione neuroriabilitativa del Lazio, riferimento regionale per l’autorizzazione delle cure all’estero, che da 25 anni fornisce assistenza ai pazienti come Istituto di Ricovero e Cura di rilievo nazionale.

Con questa motivazione abbiamo presentato oggi l’odg approvato oggi dal Consiglio, in cui chiediamo al governatore Zingaretti e all’assessore alla Sanita’ D’Amato di rivedere il DCA275/2018 (Decreto Commissario ad Acta), con cui la Regione ha unilateralmente ridefinito l’accreditamento della Fondazione S. Lucia”.

Cosi’ in un comunicato stampa il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio.
Inoltre, nell’odg, “sottolineiamo come la Regione non abbia tenuto affatto in considerazione la sentenza del Tar Lazio (2017), che annullava il precedente Decreto Regionale n.
377/2016, (basato sul Dm Salute 70/2015), in cui si disponeva il dimezzamento dei posti letto del Santa Lucia destinati alla neuro riabilitazione ad alta specialita’ (coma, ictus, lesioni del midollo spinale sclerosi multipla e Parkinson) destinando i restanti posti letto ad attivita’ di riabilitazione motoria.

In attesa dell’esito del ricorso al Tar inoltrato dal S.Lucia per l’annullamento e la sospensione Dca, ribadiamo che Fratelli d’Italia vuole contribuire alla risoluzione di questo annoso contenzioso tra Regione, Ministero e struttura sanitaria per creare un sistema di buone pratiche che tuteli e sostenga tutte le strutture sanitarie regionali d’eccellenza”.

“A questo proposito- conclude la nota di Fdi- ricordiamo che il S. Lucia e’ centro anche specializzato nella ricerca scientifica ai massimi livelli nel campo deficit di carattere cognitivo e neurologico, con 196 ricercatori impiegati. Vi si tengono 3 corsi di laurea: Infermieristica, Fisioterapia e Logopedia, frequentati da 300 studenti e le specializzazioni di Neuro Psicologia, Neurologia, Medicina Fisica e Riabilitazione, delle Universita’ La Sapienza, Tor Vergata, Sant’Andrea e Campus.

Nella struttura operano 798 professionisti sanitari che nel 2017, che hanno curato 2134 pazienti (923 ictus,352 postcomatosi,318 patologie neurologiche,125 sclerosi multipla, 96 morbo di Parkinson) e ci sono altrettante le domande di ricovero che non possono essere accolte”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *